Anniversario del Moby Prince: «Non dimentichiamo i nostri morti»

Il prossimo 10 aprile cadrà l’anniversario della strage del Moby Prince,  accaduta 29 anni fa.

Non è il modo migliore per ricordare l’anniversario per come stiamo vivendo la grande emergenza legata alla pandemia del Coronavirus, con la drammaticità dei malati e dei morti che si sta portando dietro, ha comportato ovviamente l’annullamento di ogni cerimonia pubblica ma ricordarsi dei nostri concittadini Mazzitelli Francesco e Tumeo Francesco è il minimo che si possa fare. 

Dopo tanti anni di silenzio la tragedia della Moby Prince sembra aver svegliato le Istituzioni alla ricerca della verità su quanto accaduto quella tragica notte, finalmente, la Magistratura ha riavviato a seguito del deposito dell’importante Relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta istituita nella precedente Legislatura, le cui conclusioni hanno messo fortemente in discussione, l’esito dei processi. 

Per questo motivo l’associazione delle vittime si è rivolta alle più alte Cariche dello Stato affinché non dimentichino le persone che hanno perso la vita a bordo del traghetto Moby Prince la sera del 10 aprile 1991, richiedendo per l’ennesima volta alle Istituzioni di perseguire nella ricerca della verità, chiedendo al Presidente Mattarella e al Presidente Conte: “Fatevi interpreti della nostra richiesta di verità”.

Il prossimo anno cadrà il trentesimo anniversario, volevo cogliere l’occasione per proporre al Sindaco e all’amministrazione di Parghelia di pensare per tempo all’organizzazione di una manifestazione a ricordo e intitolare a questi nostri concittadini magari una strada o una piazza.

Articoli Correlati